Sushionary: il vocabolario del sushi

Il sushi – ma sono sicura che lo sappiate meglio di me – è un piatto tipico della cucina giapponese, a base di riso, pesce, alghe e via dicendo. Va di moda da qualche anno, così di moda che la gente ha smesso di dire “che schifo il pesce crudo” e ha iniziato a chiedere “ma c’è l’all you can eat”. Ovviamente lo sappiamo tutti che il sushi italiano sta al sushi giapponese come l’ananas e il ketchup stanno alla pizza Margherita, ma in fin dei conti se è buono, chissene frega. Dato che lo mangiamo tutti, è inutile che facciate gli anticonformisti, tanto vale mangiarlo bene.

Iniziamo con un piccolo breviario che vi aiuterà a riconoscere il sushi nel caso il menù non fosse illustrato. Ve la faccio semplice. Continue reading “Sushionary: il vocabolario del sushi”

Annunci

Dieci modi per ammazzare la noia senza far male a nessuno

Navigare in internet è il nostro modo – consapevole o meno – di ammazzare la noia. Una volta che lo facciamo, tanto vale farlo bene: ecco i dieci siti migliori per perdere cinque minuti.

Noia e distrazione vanno di pari passo. Quanto spesso mentre studiamo, lavoriamo, aspettiamo qualcuno o magari che arrivi il sonno, ci troviamo ad aggiornare in modo compulsivo la home di Facebook o Instagram?
A me capita spesso di cercare modi per ammazzare la noia. Tipo in questo momento. Quindi ora per ammazzare la noia, ho deciso di scrivere un articolo sui dieci siti migliori per ammazzare la noia.

1. Yup That Exists – Things you never knew you could buy

Al primo posto, yupthatexist. Già il nome mi ha rapita. Se come me siete vittime dello shopping ossessivo di stronzate statene molto lontani: giusto qualche giorno fa mi sono accorta che nel mio carrello c’era un ombrello per cani, un infusore di tè a forma di yellow submarine  e della carta igienica con la faccia di Trump.

1.png


Continue reading “Dieci modi per ammazzare la noia senza far male a nessuno”

Banana Pancake: l’alternativa meno calorica e gustosa.

In previsione dell’estate e della prova costume fare colazione o merenda con i classici pancake americani può essere una mossa un po’ azzardata,  almeno per quelle che come me sperano di perdere ancora qualcuno dei kg di troppo.

I banana pancake sono un’alternativa meno calorica,  facile e gustosa che si preparare in pochissimo tempo. Se non siete esperte in cucina non preoccupatevi i passaggi sono semplicissimi.

DIFFICOLTÀ: bassa


TEMPO DI PREPARAZIONE:
10 minuti

 

INGREDIENTI: una banana matura, due uova, un pizzico di bicarbonato. Fragole e zucchero a velo per una guarnizione facoltativa.
 

                                                             COME PROCEDERE

 

Sbucciate la banana ed eliminatene i filamenti.

Schiacciate la banana con una forchetta all’interno di un recipiente e aggiungete le due uova.

Mescolate per bene (sempre a mano) fino ad ottenere un composto omogeneo e aggiungete un cucchiaino di bicarbonato.

Ungete con dell’olio una padella piatta e versate un cucchiaio di miscela per ogni pancake.

Girate i pancake dopo pochi minuti quando saranno “dorati” (non preoccupatevi del colore scuro, è una reazione normale per via della banana) e si staccheranno con facilità.

Serviteli in un piatto con frutta (io adoro mangiarli con le fragole) e una spolverata di zucchero a velo.

Buon appetito!

Rory